Nonostante una dieta sana e un regolare esercizio fisico, il metabolismo inizia a rallentare e spesso diventa più difficile perdere peso arrivati a una certa età della propria vita. Come dimagrire e rimettersi in forma dopo i 40 anni, infatti, è una delle domande più frequenti che vengono poste ai nutrizionisti e ai proprio medici di base.

Eppure c’è stato un momento della tua vita in cui potevi mangiare tendenzialmente quello che volevi senza ingrassare, o comunque, ti bastava davvero poco per dimagrire.  Perché, invece, adesso, nonostante la tua routine quotidiana non preveda eccessi e i tuoi ritmo sonno-veglia sono molto più regolari, hai difficoltà a scolpire il fisico a 40 anni?

Com’è possibile?

È colpa di quelle 40 candeline che hai spento?

Con l’avanzare dell’età, l’aumento di peso correlato all’età può colpire praticamente chiunque. Per fortuna, ci sono alcuni semplici cambiamenti nella dieta e nello stile di vita che puoi apportare per promuovere la perdita di peso e la gestione del tuo copro dopo i 40 anni.

Uno di questi è sicuramente l’assunzione del nostro integratore alimentare in capsule, SlimBamboo a base di fibra vegetale del bambù, 100% naturale e 100% italiano.

Scopriamo insieme gli altri metodi.

Ecco perché tendi ad aumentare di peso: il sogno di un corpo tonico a 40 anni

L’aumento di peso correlato all’età è spesso genetico. Per molte persone, è semplicemente un sottoprodotto dell’invecchiamento. Sebbene ci siano molte ragioni per cui le persone aumentano di peso dopo i 40 anni, passiamo in rassegna alcuni fattori biologici comuni.

Ormoni
Come curare la pelle dopo i 40

Per la maggior parte delle persone, gli ormoni, o comunque il loro impatto sull’organismo, iniziano a cambiare intorno alla metà dei 30 anni e fino ai 40. Questo cambiamento, che comporta una minore produzione di estrogeni per le donne e una minore produzione di testosterone per gli uomini, provoca un accumulo di grasso attorno alle aree critiche come la pancia e i fianchi.

Genetica

Diverse persone sono geneticamente predisposte all’aumento di peso. Su questo non  ci sono dubbi. Purtroppo si tratta davvero di fortuna o sfortuna (dipende da come si affronta ciò che la natura ti ha dato). Gli scienziati hanno scoperto che geni specifici determinano quante cellule adipose avranno le persone e dove verranno immagazzinate. Si tratta di qualcosa che non puoi davvero cambiare.

Perdita muscolare dopo i 40 anni

La maggior parte delle persone inizia ad avere difficoltà a rassodare il corpo a 40 anni proprio per la normale perdita di tono muscolare dettata dai cambiamenti ormonali e dalla predisposizione genetica che abbiamo visto.

I ricercatori ritengono che il numero e le dimensioni delle fibre muscolari diminuiscano con l’età e che le unità motorie che stimolano quelle fibre si attivino con minore regolarità nel tempo.

Ecco perché l’allenamento della forza è così spesso consigliato agli anziani. Allenare la massa muscolare con pesetti o altri tipi di resistenza e carico (come gli esercizi con gli elastici o la ginnastica calistenica) può davvero fare la differenza rispetto alla semplice corsetta o i 10mila passi al giorno consigliati.

Metabolismo basso superati i 40 anni

Ci sono un paio di cose che accadono al tuo metabolismo dopo i 40 anni.

  1. Come prima cosa: il tuo metabolismo basale (sigla si riferimento: BMR) diminuisce.
  2. Seconda reazione: consumi meno energia totale durante l’esercizio.

Alcune ricerche scientifiche del settore suggeriscono che il metabolismo può diminuire di circa il 5% per ogni decennio dopo i 40 anni, il che significa che dovresti consumare circa 60-100 calorie giornaliere in meno ogni 10 anni.

Come dimagrire dopo i 40 anni per uomo e per donna

I fattori del tuo attuale stile di vita sono molto importanti da considerare. A parte le diverse ragioni legate all’età per cui l’aumento di peso è comune dopo i 40 anni, ci sono anche altri fattori che giocano un ruolo cruciale.

Le scelte di stile di vita, come ciò che mangi e quanto, così come la frequenza con cui ti alleni, sono cause comuni di aumento di peso.

Ma la buona notizia è che, a differenza della biologia, questi fattori dello stile di vita sono totalmente sotto il tuo controllo. Quindi, vediamo come dimagrire e rimettersi in forma dopo i 40 anni in due semplici mosse.

Evitare le abitudini alimentari malsane

Inizia seguendo una dieta sana ed equilibrata ricca di cibi integrali nutrienti e a lento rilascio di zuccheri. Ricorda, sei davvero quello che mangi.

Perdere peso dopo di 40 anni è facile seguendo una dieta specifica calcolata in base al tuo metabolismo basale. Gli studi dimostrano che abitudini alimentari malsane basate su cibi altamente trasformati, come: zuccheri aggiunti, carboidrati raffinati e alcol in eccesso possono contribuire all’aumento di peso e all’obesità.

Riduci l’assunzione di zuccheri e limita i carboidrati raffinati e gli alimenti trasformati. Prediligi carboidrati complessi come i cereali: orzo, farro, riso integrale. E ricorda di assumere la giusta dose proteica sia di origine animale (pesce, carne, albume), che vegetale (lenticchie, tofu, soia).

Per accelerare il processo, puoi assumere anche il nostro integratore naturale a base di bambù: SlimBamboo. Fra i suoi molteplici benefici: depura, aumenta il metabolismo in modo naturale e regola l’intestino evitando il tipico gonfiore quando si supera una certa età.

Riprendere attività fisica a 40 anni: muoviti di più!

I comportamenti sedentari durante la mezza età sono associati ad aumento di peso, obesità, diabete di tipo 2 e altre forme di malattie croniche. Per iniziare a riattivare il tuo fisico, prova a compiere azioni anche minime ma che hanno un forte impatto benefico sul tuo corpo. Prova ad alzarti dalla scrivania almeno una volta ogni ora per sgranchirti le gambe e muoverti.

Aggiungi un paio di passeggiate al giorno per bruciare calorie in più e allenare il tuo sistema cardiovascolare. E per rimettersi in forma a 45 anni o 40 anni che siano, non smettere mai di allenare i tuoi muscoli! Esercizi con manubri, ginnastica calistenica, elastici, cavigliere con pesetti, non trascurare l’incremento della massa magra, è ciò che fa la differenza più di tutto.