La stitichezza in menopausa è molto comune. In generale, il disturbo può essere definito come  l’impossibilità di avere più di 3 movimenti intestinali completi entro una settimana. In termini ancora più espliciti, puoi considerare di soffrire di intestino pigro in menopausa se non riesci ad andare di corpo almeno tre volte in una settimana. La stitichezza da occasionale diventa cronica se dura per tre mesi o più.

Quando sei stitica in menopausa, può essere difficile svuotare completamente l’intestino. Potresti avere la necessità di un aiuto in più per rimuovere le feci in modo spontaneo e naturale, senza ricorrere a lassativi o altri farmaci “chimici”. Per questo ti consigliamo di assumere il nostro integratore 100% naturale SlimBoo, che con i suoi estratti vegetali riesce a nutrire la tua flora intestinale e alleviare i fastidi da intestino pigro.

La stitichezza occasionale non è comunque rara e ha tantissime cause oltre alla menopausa, che è una condizione esclusivamente femminile. Infatti, puoi anche avere più cause contemporaneamente. Vediamo di esplorarne nello specifico le cause ormonali.

Menopausa e intestino pigro: qual è il collegamento?

La menopausa si verifica quando il ciclo mestruale è terminato da almeno un anno. È caratterizzato da un calo degli ormoni femminili come estrogeni e progesterone. I cambiamenti di livelli di questi ormoni nel sangue hanno ripercussioni in molte zone del corpo, compreso il tratto intestinale. A causa di questo calo ormonale, alcune donne in postmenopausa soffrono di stitichezza.

In ogni caso, le variazioni nella tua routine intestinale possono cominciare anche prima della menopausa, ossia durante la premenopausa.

Estrogeni e stitichezza

L’estrogeno è un ormone femminile responsabile di molte funzioni tra cui mantenere bassi i livelli di un altro ormone, il cortisolo. Quest’ultimo è chiamato anche “l’ormone dello stress” e a breve scopriremo perché. Quando gli estrogeni diminuiscono, i livelli di cortisolo, di conseguenza, aumentano causando situazione di stress mentale e fisica. Questo può rallentare il processo digestivo, allungando il tempo necessario affinché il cibo si decomponga. Questo può rendere più difficile il passaggio delle feci nel tratto intestinale.

Anche bassi livelli di progesterone possono rallentare il colon. Più a lungo i rifiuti alimentari rimangono nel colon, più si “asciugano”. Questo vuol dire che le feci tendono anche a essere più secche e dure quando i livelli di estrogeni e progesterone sono bassi.

Alcune donne in postmenopausa hanno anche muscoli del pavimento pelvico indeboliti. Ciò può rendere difficile l’eliminazione delle feci, soprattutto quando sono dure e secche.

Come combattere la stitichezza in menopausa?

Esistono diversi modi per trattare la stitichezza durante quella fase particolare della vita di ogni donna. Mantenere sotto controllo gli squilibri ormonali è possibile tramite piccoli argomenti naturali che non richiedono l’uso di farmaci.

Cambia la tua dieta
stitichezza in menopausa cosa mangiare

Consumare alimenti ricchi di fibre e in concomitanza all’assunzione di molta acqua (almeno 2 litri al giorno) spesso aiuta ad accelerare la digestione con la conseguente espulsione di feci a ritmi normali.

Questo può aiutare a ridurre o eliminare la stitichezza. Prova a sostituire gli alimenti che mangi normalmente con opzioni ad alto contenuto di fibre per vedere se c’è un cambiamento. Alcuni cibi ricchi di fibre da mangiare spesso includono:

  • Cereali integrali come fiocchi di crusca e riso integrale
  • Frutta come lamponi, pere e mele
  • Verdure come piselli e broccoli
  • Legumi come le lenticchie
  • Noci e semi.

Integratori naturali

Il nostro integratore naturale Slimboo ha tantissimi benefici tra cui aiutare ad alleviare la stitichezza da menopausa. Si consiglia comunque di parlare prima con il tuo medico prima di assumere un nuovo integratore. Il medico può darti indicazioni su quanto tempo dovresti prenderli e sull’ora del giorno in cui saranno più efficaci.
integratori per velocizzare il metabolismo lento

Cambia stile di vita

L’esercizio quotidiano può aiutare a regolare i movimenti intestinali e ridurre la stitichezza soprattutto in un periodo particolare come la menopausa. Impegnati per un minimo di 30 minuti di esercizio aerobico quotidiano anche da svolgere a casa.

Tra le varie attività che favoriscono un naturale movimento intestinale potresti provare:

  • Fare una passeggiata a piedi
  • Nuotare
  • Ballare
  • Pedalare
  • Pattinare
  • Esercizi mirati a basso impatto muscolare da eseguire in casa
  • Sessioni di almeno mezz’ora di stretching guidato

Puoi anche trarre beneficio da esercizi per il pavimento pelvico. Molti di questi sono specificamente progettati per migliorare la funzione della vescica e dell’intestino. Alcuni esercizi di Pilates e posizioni yoga rafforzano anche quel gruppo muscolare.

Quando parlare con il medico: quando preoccuparsi?

È importante escludere problemi medici sottostanti che potrebbero causare stitichezza in menopausa. Questo tipo di disturbo, infatti, può verificarsi in aggiunta alla menopausa e includere il diabete e le condizioni della tiroide.

Se la tua stitichezza è cronica o non risponde ai trattamenti domiciliari, parla con il medico. Cerca un trattamento medico prima se non riesci ad avere un movimento intestinale entro una settimana o se la tua stitichezza è accompagnata da ulteriori sintomi come:

Questo può essere un segnale di una condizione più grave come un’ostruzione intestinale.