Fame nervosa in menopausa, cosa mangiare, quali cibi scegliere, migliori rimedi per combatterla.
La menopausa rappresenta un passaggio naturale che tutte le donne devono affrontare durante la loro vita, combacia con il termine dell’ultimo ciclo mestruale e della vita riproduttiva riproduttiva femminile. La menopausa quindi è l’ultima mestruazione della donna.

Uno dei sintomi che compare durante questa fase di vita che è la menopausa è il frequente senso di fame compulsivo: questo problema di consumare numerosi cibi e che comporta un’alimentazione scorretta crea in esse disagio e perdita della propria autostima femminile.

Scoprirete in questo articolo quali sono le cause e le possibili soluzioni per rimediare a questo problema attraverso rimedi naturali antifame molto efficaci.

Sicuramente avrai già letto il nostro fantastico articolo sui migliori integratori per dimagrire in menopausa, ma se non lo hai letto ti consiglio di farlo.

Il mio nostro migliore integratore dimagrante per combattere la fame nervosa in menopausa è sicuramente Slimboo, visita la pagina informativa del prodotto.

Quali sono le cause che danno origine alla fame nervosa durante la menopausa?

Siamo sicuri che anche voi che siete entrate in menopausa avete vissuto e avvertito questo senso di fame continua e che nulla soddisfaceva le vostre esigenze dal punto di vista alimentare. Il frigo è rimasto vuoto a mezzanotte perché vi siete alzate e avete consumato tutto quello che c’era al suo interno? lo sappiamo come siamo a conoscenza che non avete resistito in maniera particolare ai dolci.

É bene sapere che questo aspetto è decisamente normale durante il fenomeno della menopausa, in quanto si in questo periodo specifico si avverte di più il senso di mangiare di tutto e comporta degli effetti sia dal punto di vista fisiologico sia mentale.

Prima di tutto, durante la menopausa produce meno ormoni nel corpo, tra questi rallentano in modo particolare i progesterone e gli estrogeni. Tali stabilità ormonali comportano numerose problematiche per quanto riguarda le funzioni fisiche quotidiane, inoltre portano anche differenti conseguenze di natura psicologica.

Analizzando singolarmente gli ormoni che abbiamo nominato prima, il progesterone rappresenta un ormone costituito da proprietà distensive e riposanti, coordina numerose funzioni fisiche. Una minore produzione di progesterone nel corpo significa aumentare la possibilità di avvertire malesseri generali, nervosismo, stress, stati d’ansia e insonnia.

Ad aumentare la voglia di consumare più cibo sono gli sbalzi d’umore e gli squilibri a livello psicofisico in cui si è soggette ad avvertire durante la menopausa. Queste problematiche vi fanno trovare un senso di incoraggiamento attraverso un’alimentazione sbagliata e senza orario.

Gli attacchi di fame improvvisa sono legati ad un ingannevole stimolo che vi porterà a consumare qualsiasi cosa anche a mezzanotte.

Tra gli alimenti che si preferiscono in menopausa spiccano i dolci, che più di avere un senso di sazietà aiutano ad aumentare lo stato umorale migliorando di conseguenza l’autostima, ma purtroppo i cibi come caramelle, cioccolato e dolciumi in generale tendono a far ingrassare in modo notevole il corpo e in maniera veloce.

Tra gli effetti negativi che si riscontrano durante questa fase di vita vi sono anche l’insonnia e lo stress. Questi due disturbi nascono a causa della produzione ridotta degli estrogeni nel corpo; attraverso la limitazione della riproduzione di questo ormone si va incontro a problemi salutari l’aumento della massa grassa e del peso corporeo e il rallentamento del metabolismo.

L’esito? La pancia si gonfia, si ha più difficoltà a digerire quello che si mangia ma in maniera particolare i livelli di colesterolo aumentano in modo notevole e preoccupante. Questo fenomeno rappresenta il così detto ormone dello stress, che causa di conseguenza un senso di fame nervoso che non ha nessun collegamento con il bisogno di consumare cibo per nutrirsi.

Tuttavia insieme a questi disturbi psicologici ce ne sono tante altre e interessano la parte che riguarda il bisogno fisiologico concreto.

Tutte le donne cercano di mantenere un fisico snello e tonificato o almeno ci provano seguendo un’alimentazione corretta, sana ed equilibrata. Con il subentrare della menopausa cercare di mantenere questo principio risulta difficile, in quanto mettere su dei kg di troppo è una conseguenza che si riscontra in questo periodo; anche dimagrire è complicato se non si corre a dei rimedi che aiutano a contrastare questi aspetti della menopausa.

Può succedere a tutti di integrare nella propria dieta una modifica alimentare troppo brusca e improvvisa che non segue e considera la progressività che richiede il corpo; così facendo si rischia di non nutrirlo bene o anche potrete consumare il cibo in maniera talmente veloce da per via dello stress e del nervoso provocato dalla menopausa.

In questa situazione il corpo comunica con voi sotto tutti i punti di vista, dovete essere brave ad ascoltarlo e intervenire per risolvere i problemi che si causano fastidi, malesseri e disturbi alla propria persona.

Metodi per contrastare il senso di fame impulsiva in menopausa
cosa fare per combattere la fame nervosa in gravidanza

Avete intenzione di combattere il senso di fame nervosa in menopausa? Non è necessario acquistare prodotti come medicinali o integratori. Tutto quello che dovete fare per migliorare la vostra condizione di salute è riguardarvi in alcuni aspetti, quindi dovrete essere:

• Regolari;
• Costanti;
• Motivate;
• Forti e capaci di curare ogni minimo dettaglio.

Grazie a questi aspetti se gli seguirete tutti potrete contrastare i disturbi della menopausa in maniera ottimale e riuscirete a controllare la fame nervosa in assoluta tranquillità.

Tra i tanti consigli che possiamo fornirvi in questa situazione, il più importante riguarda quello di dover individuare le cause che provocano il problema della fame nervosa in gravidanza. Tutto ciò che dovete fare è un’analisi completa delle proprie abitudini quotidiane sia dal punto di vista dell’alimentazione, sia dell’esercizio fisico, dei ritmi, del lavoro e di tutto quello che svolgete durante la giornata.

Le domande giuste da porsi sul problema della fame nervosa in gravidanza

Una volta aver eseguito questo test, chiamiamolo così, dovrete farvi delle domande, tra queste dovete chiedervi ad esempio:

– Quanto state mangiando in questo periodo?

– Consumate il cibo troppo velocemente?

– Fate sport? se si quanto esercizio fisico effettuate, poco o troppo?

– Quanto vi sentite stressate?

Quando avrete trovato la risposta a queste domande potrete agire di conseguenza per correggere ciò che state sbagliando o ignorando. Attraverso questa strategia avete la possibilità di diminuire il senso di fame nervosa e aumentare quello del senso di pienezza.

Per questo è importante seguire un’alimentazione sana ed equilibrata nella vita, avere un regime alimentare corretto vi permetterà non soltanto di avere un corpo snello e smagliante, ma soprattutto starete bene dal punto di vista salutare.

Leggi anche Collagene e Alimentazione: migliori cibi per aumentare la produzione

Come combattere la fame nervosa in gravidanza

Ritornando al problema legato i disturbi causati dalla menopausa è consigliato consumare pasti in grado di saziarvi e non recarvi danni alla salute.

Sii conscia della quantità e della qualità del cibo che mangi

Per avere dei risultati quasi immediati ed ottimali dovrete porre la vostra attenzione su i due pasti più importanti della giornata ovvero: la colazione e il pranzo. Attraverso di essi riuscirete ad avere un controllo maggiore per tutto il giorno e limiterete in maniera particolare il senso della fame nervosa.

Fate una cena detox ovvero consumate piatti a base di verdure, grazie alle loro proprietà potrete accontentare tutti i bisogni alimentari e nutrizionali.

Inoltre vedrete dei netti miglioramenti anche dal punto di vista del peso, se seguite questo tipo di alimentazione brucerete velocemente i grassi che tendono ad insediarsi nel tessuto adiposo.

Anche gli snack fuori pasto sono importanti

Nel caso in cui avvertite un senso di fame potete prepararvi degli snack o degli spuntini per aiutarvi a non sgarrare durante il corso della giornata, consumateli uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio.

Come spuntino avete l’occasione di scegliere in base alle vostre preferenze di sapore, i cibi più indicati in questo caso sono quelli senza zucchero o la frutta; per gli alimenti con pochi grassi potrete optare per i formaggi, il latte o lo yogurt magro. Per quanto riguarda la scelta di cibi ricchi di calcio i più indicati sono il pesce, il riso, la verdura e i cereali integrali.

Idratarsi abbondantemente blocca la fame nervosa
tisane per combattere la fame nervosa

Come in ogni dieta l’elemento principale che aiuta il corpo sotto tutti i punti di vista è l’acqua, quindi bevete tanto circa 1,5-2 l al giorno sarebbe l’ideale. Grazie all’acqua riuscirete a riscontrare numerosi benefici soprattutto in menopausa.

Occuparsi della propria idratazione è importante, l’acqua rappresenta l’elemento principale della vita e attraverso di essa avvertirete un senso di sazietà che vi farà passare la voglia di mangiare senza un motivo valido. Infine noterete dei benefici nella pelle che risulterà più tonificata, liscia, vellutata e luminosa.

Un altro alleato risiede nelle tisane, in quanto donano un senso di tranquillità consentono di idratare ancora di più il corpo. Consumate quindi tisane come la melissa, la camomilla e la passiflora ed evitate bevande come caffè e tè dato che sono prodotti eccitanti e capaci di aumentare il livello di stress.

Discipline ideali per portare rilassamento
discipline per rilassarsi

Ancora nel mirino che punta alla tranquillità e al rilassamento è consigliato effettuare delle sessioni di yoga e rilassamento accompagnati da respiri lunghi e intensi. Concentratevi soltanto su voi stesse per cercare di stare bene, quindi distendetevi e meditate. Grazie a queste piccole accortezze significanti potrete ritrovare la tranquillità e il sonno durante la notte.

Mi raccomando non mollate con l’esercizio fisico, allenarsi è fondamentale per mantenere il corpo in salute e in forma. Fare palestra sia in casa o nella struttura vi permetterà di regolare i ritmi biologici, quindi avete la possibilità di eliminare i kg in eccesso in maniera veloce. Una volta superati i 50 anni di età il metabolismo tende a rallentare e per mantenersi in linea non è sufficiente correggere solo l0alimentazione.

Concludiamo dicendovi che è possibile contrastare i problemi che si riscontrano in menopausa, tutto quello che dovete fare è seguire una dieta corretta in grado di velocizzare il metabolismo e fare degli allenamenti fisici. Attraverso questi consigli riuscirete a ritrovare il vostro benessere mentale e fisico in breve tempo.